2020: Buoni Propositi di Inizio anno per la tua vista! - Studio Ottico SoleVista
16403
post-template-default,single,single-post,postid-16403,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

2020: Buoni Propositi di Inizio anno per la tua vista!

 

 

Il 2020 è arrivato. Non è solo un anno nuovo, una nuova decade che si apre, ma anche e soprattutto il momento di bilancio, e di buoni propositi per il futuro. Abbiamo elencato qui alcuni “buoni propositi” che riguardano la vista. Visto che devono durarci una vita, come possiamo prenderci cura al meglio dei nostri occhi a partire da oggi?

Ecco alcuni suggerimenti:

1. Smettere di fumare. Il fumo è il principale fattore di rischio per la degenerazione maculare legata all’età, che può causare devastanti perdite della vista. I fumatori che presentano una predisposizione genetica, hanno una probabilità fino a 20 volte maggiore di contrarre questa malattia. Il fumo di sigaretta contiene 4.700 sostanze chimiche, estremamente tossiche. L’esposizione ripetuta di delicate cellule di pigmento retinico a questi ossidanti anticipa in maniera inesorabile il processo di invecchiamento. Contemporaneamente all’aumento dei livelli di ossidanti nel corpo, il fumo riduce i livelli di antiossidanti e quindi riduce la capacità del corpo di proteggersi. Il fumo provoca anche il restringimento dei vasi sanguigni. Ciò influisce sui vasi sanguigni dell’occhio e aumenta la pressione sanguigna complessiva, che è un altro fattore di rischio per la degenerazione maculare. Anche i fumatori passivi sono a rischio.

2. Seguire la regola 20: 20: 20: 20. Siamo circondati dalla tecnologia. Usare lo schermo è diventato inevitabile di questi tempi; la grande maggioranza della popolazione utilizza anche più di un tipo di schermo al giorno: smartphone, tablet, laptop, TV.. L’elenco continua e continuerà ad espandersi con l’avanzare del progresso tecnologico. Guardare continuamente lo schermo per un tempo prolungato può causare affaticamento visivo e secchezza oculare. Ogni 20 minuti, dovresti fare una pausa di 20 secondi, battere le palpebre 20 volte e guardare 20 piedi di distanza. Questo rinfresca il film protettivo delle lacrime che copre l’occhio e rilassa i muscoli degli occhi.

3. Rivedere le tue abitudini di lenti a contatto. Il nuovo anno è un buon momento per rinfrescare la memoria su come dovresti prenderti cura delle tue lenti. E’ importante lavarsi sempre e asciugare accuratamente le mani prima di toccare gli occhi o le lenti poiché l’acqua del rubinetto non dovrebbe mai entrare in contatto con le lenti, e lo stesso vale per una piscina, una vasca idromassaggio o acqua di mare. L’acqua del rubinetto è sicura da bere ma non sicura per gli occhi in quanto contiene microscopici organismi che non colpiscono l’intestino ma possono causare devastanti infezioni agli occhi. Le lenti a contatto con l’acqua devono essere gettate via poiché esiste il rischio di infezione.

4. Aumentare i livelli di assunzione di pigmenti carotenoidi nella dieta. Le verdure a foglia scura come cavoli e spinaci e altri cibi dai colori vivaci come i tuorli d’uovo, sono ricchi di pigmenti carotenoidi che sono vitali per l’occhio. Il delicato strato di tessuto nell’occhio chiamato epitelio pigmentato retinico (EPR) ha bisogno di questo tipo di pigmenti per rimanere sano e forte. I problemi che insorgono nell’epitelio pigmentato retinico nell’EPR sono la causa biologica della degenerazione maculare. Prendi l’abitudine di acquistare sempre le tue verdure per colore – invece della lattuga iceberg – scegli crescione o foglie di spinaci. Invece di patate bianche – scegli patate dolci.

5. Effettuare regolari esami della vista. Assicurati di non mancare i tuoi esami della vista, e approfitta di tutti i più recenti controlli sanitari offerti dalla tecnologia! Il SSN raccomanda due esami oculistici annuali per tutti gli adulti. I bambini di età inferiore a 7 anni e alcune persone con esigenze cliniche specifiche possono richiedere controlli più frequenti di questo e il tuo optometrista ti consiglierà di conseguenza. 

Contattaci per avere maggiori informazioni o prenota un appuntamento.
Saremo felici di aiutarti con gli strumenti e servizi che abbiamo creato per te.

 


Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 1 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 2 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 3 riportata nell'informativa.
PrestoNego